Massimo
7 ago 2017

Shahr-e-Sookhteh (VIDEO)

0 commenti

 

"Shahr-i Sokhta, meaning ‘Burnt City’, is located at the junction of Bronze Age trade routes crossing the Iranian plateau. The remains of the mudbrick city represent the emergence of the first complex societies in eastern Iran. Founded around 3200 BC, it was populated during four main periods up to 1800 BC, during which time there developed several distinct areas within the city: those where monuments were built, and separate quarters for housing, burial and manufacture. Diversions in water courses and climate change led to the eventual abandonment of the city in the early second millennium. The structures, burial grounds and large number of significant artefacts unearthed there, and their well-preserved state due to the dry desert climate, make this site a rich source of information regarding the emergence of complex societies and contacts between them in the third millennium BC."(http://whc.unesco.org)

I post più recenti
  • Massimo
    23 set 2018
  • Massimo
    21 set 2018

    La smaltatura o “minakari”, conosciuta anche come “miniatura a fuoco” è uno degli elementi essenziali dell’artigianato iraniano. La smaltatura comprende la pittura, la colorazione e la decorazione della superficie del metallo e della ceramica tramite la fusione di colori brillanti decorati secondo motivi e disegni dal design raffinato. Il termine “mina” è la forma femminile della parola persiana minou che significa cielo. “Mina” fa riferimento al colore azzurro del cielo. L’artigianato del minakari trae la sua origine dall’epoca sassanide, in cui è stato inizialmente concepito e praticato dagli artigiani iraniani prima che si diffondesse da qui attraverso i Mongoli fino all’India. Ciononostante, la pratica di questo artigianato non è attestata durante il periodo islamico prima del regno del settimo sovrano mongolo, Ghazan Khan. Quest’ultimo aveva delle solide conoscenze chimiche di cui si era servito soprattutto nell’ambito della smaltatura, contribuendo a rilanciarne l’utilizzo. Qualche secolo più tardi, il turista francese Jean Chardin, dopo aver visitato il regno Safavide, nel suo diario di viaggio fa riferimento a un’opera d’arte smaltata che comprendeva dei motivi con uccelli e animali su sfondo floreale color blu chiaro, verde, giallo e rosso.
  • Massimo
    10 ago 2018

Cardamomo Persian Palace     

Ristorante Persiano - Sale da Té
Persian Restaurant - Tea House

Prenotazione sale per eventi, mostre,

cerimonie, presentazioni, etc.

LECCO

 

Piazza XX Settembre 45

23900 Lecco (Italy)

Tel. 0341 1944666

da Domenica a Giovedì

12.00 - 22.00

Venerdì e Sabato

12.00 - 23.00

COMOCOMO

Via Vitani 35

22100 Como (Italy)

Tel. 031 4893517 

da Martedì a Venerdì

15.30 - 22.30

Sabato e Domenica

12.00 - 22.30

Lunedì chiuso

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now