Massimo
28 lug 2017

CIVILTÀ PERSIANA: L'ARCHITETTURA

0 commenti

Modificato il: 28 lug 2017

 

L’architettura in Persia ha avuto una storia continua di più di 6.000 anni, dal 5.000 A.C al presente, con esempi distribuiti in una vasta area del mondo (dalla Siria al Nord dell’India e i confini della Cina, dal Caucaso a Zanzibar).

Le costruzioni persiane variano dalle capanne paesane, alle case da the e i padiglioni dei giardini ad alcune delle più belle e maestose strutture che il mondo abbia mai visto. L’architettura persiana monumentale era in prevalenza religiosa, sia nel significato che nello scopo. Sebbene le opere e i risultati fossero al servizio della religione però, l’attività architetturale non era confinata solo a quello.

Ponti, bazaars, caravanserragli, fortificazioni e giardini erano costruiti in vari luoghi, richiedendo altrettanta maestria e immaginazione dei monumenti religiosi e dei palazzi secolari.

I post più recenti
  • Massimo
    23 set 2018
  • Massimo
    21 set 2018

    La smaltatura o “minakari”, conosciuta anche come “miniatura a fuoco” è uno degli elementi essenziali dell’artigianato iraniano. La smaltatura comprende la pittura, la colorazione e la decorazione della superficie del metallo e della ceramica tramite la fusione di colori brillanti decorati secondo motivi e disegni dal design raffinato. Il termine “mina” è la forma femminile della parola persiana minou che significa cielo. “Mina” fa riferimento al colore azzurro del cielo. L’artigianato del minakari trae la sua origine dall’epoca sassanide, in cui è stato inizialmente concepito e praticato dagli artigiani iraniani prima che si diffondesse da qui attraverso i Mongoli fino all’India. Ciononostante, la pratica di questo artigianato non è attestata durante il periodo islamico prima del regno del settimo sovrano mongolo, Ghazan Khan. Quest’ultimo aveva delle solide conoscenze chimiche di cui si era servito soprattutto nell’ambito della smaltatura, contribuendo a rilanciarne l’utilizzo. Qualche secolo più tardi, il turista francese Jean Chardin, dopo aver visitato il regno Safavide, nel suo diario di viaggio fa riferimento a un’opera d’arte smaltata che comprendeva dei motivi con uccelli e animali su sfondo floreale color blu chiaro, verde, giallo e rosso.
  • Massimo
    10 ago 2018

Cardamomo Persian Palace     

Ristorante Persiano - Sale da Té
Persian Restaurant - Tea House

Prenotazione sale per eventi, mostre,

cerimonie, presentazioni, etc.

LECCO

 

Piazza XX Settembre 45

23900 Lecco (Italy)

Tel. 0341 1944666

da Domenica a Giovedì

12.00 - 22.00

Venerdì e Sabato

12.00 - 23.00

COMOCOMO

Via Vitani 35

22100 Como (Italy)

Tel. 031 4893517 

da Martedì a Venerdì

15.30 - 22.30

Sabato e Domenica

12.00 - 22.30

Lunedì chiuso

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now